Soggiorno ad Ischia

SOGGIORNO E CURE TERMALI A ISCHIA 2016

L’11 settembre scorso, di buon mattino, siamo partiti in 52 , in pullman, alla volta dell’Isola di Ischia, per un soggiorno e cure termali della durata di due settimane.

Dopo la sosta pranzo a Orvieto ( e alcune altre di natura tecnico-fisiologica ), ed una tranquilla traversata in motonave da Napoli, siamo arrivati all’Hotel Baia delle Sirene nel tardo pomeriggio.

Qualche piccolo problema nell’assegnazione delle camere ( “la mia è piccola”, “la mia non ha la vista panoramica”, “la vorrei vicina a quella dei miei amici”, “la mia è umida”, “non ci sono appendiabiti a sufficienza”,ecc.), ma tutto nella norma o quasi.

Dal giorno seguente si sono organizzati i gruppi delle cure termali; altri gruppi hanno invece programmato le escursioni facoltative; altri infine hanno preferito la spiaggia e le piscine dell’Hotel.

Ischia rappresenta la parte emersa del vulcano sottomarino Epomeo sprofondato negli ultimi 100.000 anni. E’ famosa per le sue acque termali fin dall’antichità, rimedio curativo per numerose patologie. Sono da mozzafiato le sue acque smeraldine e i suoi rossi tramonti.

Le gite più gettonate sono state il giro dell’Isola, con soste nei luoghi più noti e più belli come Forio, Lacco Ameno, Casamicciola, Ischia Porto e Ischia Ponte con l’isolotto di S. Angelo ed il suo massiccio ed imponente Castello Aragonese; molto apprezzata anche l’Isola di Procida, già centro di villeggiatura dei patrizi romani, e caratterizzata dal colore delle costruzioni, dipinte con tonalità pastello e assortite in maniera che ne deriva la classica policromia ( derivata, si dice, dal desiderio dei pescatori di poter riconoscere la propria casa) qui tutto e tutti ti ricordano I(l Postino di Massimo Troisi:

Una piccola parte dei nostri si è addirittura avventurata tra i vicoli di Napoli, alla ricerca di colori, odori e sapori.

Il tempo è passato in fretta alternando bellissime giornate soleggiate e ventilate, ad altre rannuvolate; due acquazzoni, uno di breve durata e media intensità, e un altro una vera bomba d’acqua ( 5 dei nostri hanno dovuto abbandonare la loro stanza e passare la notte in altre stanze : anche questa disavventura sarà comunque oggetto di ricordo per i giorni a venire ).

Il ritorno è stato molto tranquillo e piacevole.

In definitiva una bella esperienza e tanti ricordi che resteranno per sempre con noi.

Per la parte iconografica vi rinvio alla galleria.

Claudio Bergamin

1 Commento

  1. roberta

    Sono molto felice di aver fatto parte della comitiva e di aver goduto di tutto ciò che la bella isola d Ischia ci ha offerto. Un ringraziamento a chi ha speso il suo tempo per organizzare il tutto .Roberta

    Replica

Rispondi a roberta Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.